Reumabase.it
XagenaNewsletter
Reumatologia
Xagena Mappa

La terapia ipouricemizzante può ridurre il rischio di diabete di tipo 2 nei pazienti con gotta


Precedenti ricerche avevano suggerito che la gotta sia un fattore di rischio indipendente per ipertensione, diabete mellito, insulino-resistenza e obesità.
Secondo i risultati di uno studio, la terapia per abbassare l'acido urico ( ULT ) può ridurre il rischio di diabete mellito di tipo 2 nei pazienti con gotta.

Sebbene la gotta sia un noto fattore di rischio per il diabete di tipo 2, la relazione tra terapia ipouricemizzante e rischio di diabete di tipo 2 rimane non ben definita.

E' stato condotto uno studio di coorte retrospettivo su pazienti con gotta utilizzando i dati del database Longitudinal Health Insurance di Taiwan.
I pazienti a cui era stata diagnosticata la gotta di nuova insorgenza tra il 2000 e il 2012 sono stati arruolati nello studio; sono stati inclusi anche i partecipanti al gruppo controllo che sono stati abbinati ai pazienti per data indice, età e sesso.

L'endpoint primario era il diabete di tipo 2, identificato utilizzando i codici diagnostici appropriati.

La coorte di studio ha incluso 69.326 pazienti con diagnosi di gotta e 69.326 partecipanti come controllo.
L'età media era di 50.4 ± 16.4 anni tra i pazienti e 49.8 ± 16.6 anni tra i partecipanti del gruppo controllo, con la maggioranza dei soggetti in entrambi i gruppi che erano uomini ( 70.5% e 70.3%, rispettivamente ).
Un totale del 69.3% dei pazienti con gotta stava assumendo terapia ipouricemizzante.

Tra i pazienti con gotta, l'incidenza di diabete mellito di tipo 2 è stata pari a 7.14 per 1000 anni-persona, mentre nel gruppo controllo l'incidenza è stata di 4.42 per 1000 anni-persona.

Nei modelli aggiustati per età, sesso e condizioni di comorbilità, i partecipanti allo studio con gotta versus senza sono rimasti a rischio significativamente elevato di diabete di tipo 2 ( hazard ratio [ HR ], 1.30; IC 95%, 1.24-1.38; P inferiore a 0.001 ).

Rispetto al gruppo controllo, i pazienti con gotta che non avevano ricevuto terapia ipouricemizzante avevano un rischio ancora più elevato di diabete mellito di tipo 2 ( hazard ratio, HR=1.39; IC 95%, 1.30-1.48; P = 0.001 ).

Rispetto a coloro che non ricevevano un trattamento antigotta, i pazienti che ricevevano i seguenti farmaci ipouricemizzante avevano un rischio sostanzialmente inferiore di diabete di tipo 2: Febuxostat ( HR=0.04; IC 95%, 0.01-0.17 ), Sulfinpirazone ( HR=0.57; IC 95%, 0.51-0.64 ), Allopurinolo ( HR=0.57; IC 95%, 0.54-0.61 ), Benzbromarone ( HR=0.89; IC 95%, 0.86-0.93 ) e Colchicina ( HR=0.72; IC 95%, 0.68-0.76; tutti P inferiore a 0.001 ).
Solo tra i pazienti che avevano ricevuto Probenecid il rischio di diabete mellito di tipo 2 non era sostanzialmente diverso da quelli non-trattati con terapia ipouricemizzante.

I risultati hanno indicato che la terapia ipouricemizzante può mitigare il rischio di diabete mellito di tipo 2 nei pazienti con gotta.
Tuttavia, i fattori confondenti non-misurati possono aver introdotto bias nei risultati dello studio; i dati sui livelli di acido urico e sullo stile di vita, compreso il fumo, il consumo di alcol e la storia familiare, non erano disponibili.
Sono necessarie ulteriori ricerche per valutare il legame tra terapia ipouricemizzante e diabete mellito di tipo 2. ( Xagena2020 )

Fonte: Biomedical Research International, 2020

Reuma2020 Endo2020 Farma2020


Indietro